giovedì 1 novembre 2012

Libro Storia proibita di una geisha: divorato, ma..

Forse non lo sapete ma la cultura giapponese e il Giappone sono sempre state una mia passione.
Anni fa quando uscii "Storia di una Geisha" mi ricordo che lo divorai in pochi giorni e attualmente è l'unico libro che ho riletto per 3 volte, e ogni volta mi piaceva sempre di più.
Quando qualche giorno fa su un sito di e-book era in offerta il libro "Storia proibita di una geisha" non ho potuto non comprarlo.

ma come e-book?? e accidenti è vero non vi ho raccontato il mio salto con la tecnologia nella lettura...ma di questo ve ne parlo a fine post

Torniamo al libro, quindi l'ho comprato e appena ho finito la lettura che avevo in corsa, mi sono buttata su questo. Allora premetto che in 3 giorni l'ho letto tutto, ma..... il libro è bello, è un racconto, ma non mi ha coinvolto moltissimo, mi ero fatta una certa idea su questo libro, ma invece è un racconto per quanto scritto bene, che sviluppa la storia in maniera cronologica ma senza metterci molto entusiasmo, gli avvenimenti sono raccontanti a volte quasi con distacco. E' vero che l'ho finito in fretta, ovviamente un po' di curiosità su come andava a finire te la mette, è vero che ti spiega bene la cultura del mondo delle Geishe, ma non so dal titolo pensavo a qualche cosa di più, forse un po' più di sentimentalità di coinvolgimento nel raccontare. Quindi diciamo che se siete appassionate del Giappone e della sua cultura e volete leggere qualche cosa di vero della vita delle Geishe allora questo libro fa per voi; se invece cercate una romanzo d'amore o un romanzo che vi immerga in una spirale di emozioni e coinvolgimenti con la protagonista, beh lasciate perdere resterete alla fine un po' delusi.
Ovviamente queste sono le mie idee, se ci fosse qualche ragazza che l'ha letto e ha avuto una sensazione diversa mi piacerebbe sapere le sue emozioni.

Ma ora torniamo all'ebook.
Da quando sono usciti gli ebook sono sempre stata un po' incuriosita, insomma per me che faccio la pendolare e che approfitto a volte di questo momento per leggere dei libri, pensare di avere un oggetto che pesa poco più di un cellulare e può essere messo in borsa senza occupare molto spazio ( gli ultimi libri che leggevo mi necessitavano di seconda borsetta per il loro volume), mi intrigava da morire. Poi però usciva in me l'amante dei libri cartacei, la sensazione di avere il libro in mano, di sfogliarlo, di sentire il suo profumo appena comprato, mi faceva desistere. Sono arrivate poi le vacanza di quest'anno, insomma un sacco di gente aveva questo e-reader, in piscina, sotto l'ombrellone, e io che li fissavo, li guardavo, cercavo di sbirciare con fare indifferente per vedere lo schermo come si vedeva, e l'idea di prenderlo cresceva sempre più. Tornata dalle vacanze pochi giorni dopo essere tornata in ufficio una collega lo compra, lo guardo, lo uso, mi spiega un po'...basta è amore... l'ho comprato anche io!
Non ho fatto scelta migliore! è comodissimo, è come un libro, non stanca gli occhi perchè il mio non è retroilluminato, tiene il segno dell'ultima pagina letta, e poi ha in più la possibilità di avere il dizionario immediato, quindi per leggere libri in inglese è una comodità incredibile.
Lo so che gli amanti come me del libro in carta si ribelleranno a questa scelta, ma la comodità ha preso il sopravvento, scusatemi.

A presto
XoXo

7 commenti:

  1. Cosa ti e' piaciuto,invece,del primo libro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh il primo libro era molto più coinvolgente, soffrivi, piangevi e gioivi ocn la protagonista, ti sentivi molto più coinvolta.
      in questo invece si sente parecchio il distacco, anche se a una persona che piace la cultura giapponese sicuramente lo troverà interessante per approfondire certi aspetti di queste vite misteriose.
      un abbraccio
      Paola

      Elimina
  2. Carissima, anch'io l'ho letto e ne ho fatto un post, devo dire che l'impressione che ho avuto è molto simile alla tua. :)
    Un bacione
    Bruna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meno male che non sono l'unica, purtroppo su questo libro mi ero fatta delle illusioni, anche se effettivamente non è brutto, solo che non è coinvolgente
      un abbraccio
      Paola

      Elimina
  3. Anche io adoro i libri e passare ore ed ore in libreria a scegliere le prossime letture!
    Però, come te, ultimamente l'idea dell'e-book mi frulla per la testa...vedremo se me lo porterà Babbo Natale!

    Hai letto Memorie di una geisha di A.Golden? A me è piaciuto tantissimo!

    un abbraccio
    Daniela

    lattecannella.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sisi letto e stra riletto.
      è uno dei pochi, se non l'unico libro, che ho riletto 3 volte. mi è piaciuto da matti e il film che ne hanno tratto ( anche se non fedele) è sempre stato bello.
      faccio il diavoletto tentatore: scrivi una bella letterina a Babbo Natale, io non so come farei senza e-book adesso, è troppo comodo!
      un abbraccio
      Paola

      Elimina